Frequently Asked Questions (FAQ)

Seleziona categoria: 

» 19 risultati - pagina 1 di 1 - da 1 a 19 risultati.

Internet

Come devo fare per avere un "sito" internet tutto mio ?

Innanzi tutto è necessario "registrare" un nome a dominio (ad es. miodominio.it oppure nomeazienda.com), poi si deve sviluppare fisicamente il sito, cioè le pagine che lo compongono, quindi è necessario "pubblicare" il sito sviluppato su un server web o presso un provvider di servizi internet.

Che differenza c'è tra un dominio che ha il suffisso .it o uno .com oppure .biz?

Storicamente i domini avevano come suffisso .com, .mil, .net e .org, con il significato di "commerciale", "militare", "rete" e "organizzazione", intesa come azienda, ed il tutto veniva gestito da pochi server in America. Oggi ogni nazione gestisce i "suoi" domini, di conseguenza un dominio .it significa Italia, .at Austria, .jp Giappone etc. Adesso sono nati nuovi suffissi con l'intento di dare più ordine alla rete. Gli ultimi nati sono .biz (business), .info (informazioni), .pro (professionisti)

"WWW" fa parte del mio nome a dominio?

Molte persone pensano che "www" in "www.miodominio.it" faccia parte del nome a dominio. Non è così, infatti "www" è il nome di una risorsa. Quando si scrive "www.miodominio.it" viene invocato un servizio web su un computer connesso a Internet. Potrebbe andar bene anche "zzz", "w3", "johndoe", "computer17" o altro. La ragione per scegliere "www" è che questo nome suggerisce un servizio web, analogamente "ftp" suggerisce un servizio di protocollo di trasferimento file.

Posso registrare più di un nome a dominio?

Si, ad esempio "www.miodominio.it", "www.miodominio.com" e "www.mioaltrodominio.org". È altresì possibile avere un solo Sito che viene indirizzato da più nomi a dominio.

Cosa devo pagare per mantenere un sito internet?

La spesa minima riguarda due elementi: il nome a dominio e l'hosting. La "tassa" annuale per il nome a dominio serve a far si che il nome rimanga attivo (e che nessun altro lo possa usare). Viene pagata alla Registration Authority (nel caso dei .it) o ad uno dei 100 Registratori Internazionali (per i .com, .org, .info etc.). L'hosting altro non è che un affitto che il Cliente paga al suo provider per lo spazio occupato dal suo sito sul server web collegato alla rete internet. In teoria i due costi sono separati, anche se poi in pratica non ha molto senso registrare un nome a dominio e non avere un sito.

Le caselle di posta fanno parte del sito internet?

Il servizio di "mail" (posta elettronica) è diverso e separato dal servizio di "web hosting". In effetti la maggior parte dei provider da questi due servizi assieme e tende a rendere più appetibile la propria offerta con altri servizi ancora.

Come posso registrare un "nome a dominio"?

Per i nomi a dominio con suffisso .it ci si può rivolgere alla Registration Authority Italiana (www.nic.it), ma il costo per il privato è molto elevato. Normalmente ci si rivolge agli ISP (Internet Service Provvider come ad es. www.siios.it) che lo fanno per conto del cliente a costi decisamente bassi. Per i nomi a dominio con suffissi .com, .org etc. vale una regola simile. Ci sono circa un centinaio di Registratori autorizzati sparsi sui 5 continenti, ma è decisamente più conveniente farlo fare all'ISP di fiducia.

Vorrei registrare il nome a dominio www.miaazienda.it ma è già stato registrato da qualcun altro, cosa posso fare?

In prima battuta, sceglierne un'altro, come ad esempio www.miaazienda-srl.it o altro. Se invece è palese che il registratore del nome lo ha fatto con scopi diversi da quello di usarlo per un suo sito (come ad esempio per ricavare denaro dalla cessione dello stesso) ed il nome della "miaazienda" è conoscito o è un marchio depositato ecc., è possibile agire in diversi modi per riuscire a farsi cedere il nome.

Cosa si intende per "sito statico" e "sito dinamico"?

Un sito statico è quello dove le pagine, una volta disegnate e pubblicate sul server web vengono modificate raramente. Un sito dinamico è un sito con pagine interattive, dove un visitatore interagisce con i contenuti ed il proprietario del sito può modificare alcune sue parti (come ad esempio nelle pagine dell "offerte del mese") aggiungendo o togliendo elementi.

Cos'è una rete LAN wireless o WLAN?

La WLAN è un tipo di rete locale basata su trasmissioni radio ad alte frequenze, che permette di evitare l'utilizzo dei cavi tradizionali. È un sistema molto flessibile che può essere integrato con le tipiche reti via cavo di un ufficio.

Quali benefici si hanno nell'utilizzare una rete wireless al posto di una rete tradizionale via cavo?

Innanzitutto più produttività e una totale libertà di spostarsi all'interno delle varie zone di uffici potendo accedere sempre agli archivi o a Internet. Un'installazione semplice e veloce, non ci sono più cavi da collegare. Una rete wireless LAN può essere creata anche in ambienti non cablati. I costi di impianto sono molto ridotti. e in caso di modifiche all'impianto esistente niente più vincoli di prese o di canaline. Gradualità. L'espansione e la gestione della rete wireless sono molto semplici ed è possibile aggiungere in ogni momento un nuovo utente, semplicemente dotandolo di una scheda di rete wireless

Cos'è lo spamming?

Lo spamming è l'invio di messaggi pubblicitari o comunicazioni che non siano stati sollecitati (cioè richiesti dall'utente in modo esplicito) via e-mail. Fare spamming e' contrario alla legge italiana e alla netiquette (il galateo per Internet).

Che cosè il "Cloaking"

Il Cloaking (occultamento) è una tecnica con la quale la stessa pagina del sito viene presentata in maniera differente a seconda del visitatore della pagina, se quest'ultimo è un motore di ricerca la pagina assume un aspetto mentre se il visitatore è un utente internet la pagina appare completamente diversa. Questa tecnica viene usata per diversi motivi: Ottimizzazione e posizionamento del sito, in quanto la pagina destinata al motore di ricerca non sarà mai vista dai visitatori, quindi potrà essere ottimizzata al massimo, mentre la pagina vista dagli utenti potrà essere strutturata benissimo graficamente anche senza ottimizzazione, tanto i motori di ricerca non passeranno da quella pagina. I visitatori non vedono la pagina presentata ai motori e quindi il codice non può essere copiato. Bisogna fare attenzione però all'uso del Cloaking, in quanto se scoperti dai motori di ricerca si corre il rischio di essere "Bannati" cioè puniti con l'eliminazione dall'indicizzazione. Alcuni "specialisti" che millantano la possibilità di far apparire i siti "... ai primi posti ..." dei motori di ricerca usano questa tecnica. Forse sarebbe meglio diffidare...

Linea ADSL

Che cosa significa ADSL?

ADSL (Asymmetrical Digital Subscriber Line) è una tecnologia che trasforma le normali linee telefoniche in linee digitali ad alta velocità e permette una trasmissione asimmetrica caratterizzata da flussi dati con velocità più elevata in ricezione (dalla rete verso l’utente) che in trasmissione (dall’utente verso la rete): ciò permette una connessione ad Internet molto veloce con prestazioni particolarmente elevate soprattutto nello scaricamento di file.

Quali sono i principali vantaggi dell’ADSL?

Connessione permanente ad Internet: si eliminano i tempi e i costi del collegamento telefonico Alta velocità: prestazioni elevate sia nella consultazione che nel download di file Ampiezza di banda: pieno supporto di file audio/video Possibilità di utilizzare il telefono o altri apparecchi analogici mentre si è collegati ad Internet Efficace rapporto qualità/prezzo.

Qual è la velocità raggiungibile su una linea ADSL?

La velocità massima su una linea ADSL può essere di 8 Mbps nella direzione Downstream (cioè dalla centrale locale all'utente) e fino ad un massimo di 1Mbps nella direzione Upstream (cioè dall'utente alla centrale locale). In ogni caso la velocità massima dipende dalla distanza e dalla qualità del doppino che viene usato.

Si può continuare ad usare il telefono avendo anche la connessione ADSL?

Si è possibile, gli utenti ADSL possono ancora usare il telefono e allo stesso tempo possono usare l'ADSL per la connessione ad Internet ma in ogni caso occorre un filtro per la fonia detto POTS SPLITTER. I tradizionali modem analogici utilizzano la stessa gamma di frequenze, 0-4 kHz (kilohertz), del servizio telefonico impedendo così il transito contemporaneo di voce e dati. Dal momento che i nuovi modem ADSL operano a frequenze superiori (da 100 kHz ad 1.1 MHz) a quelle vocali, il servizio POTS (Plain Old Telephone Service) e la trasmissione dati ADSL possono funzionare contemporaneamente. Usando la stessa linea telefonica non c’è alcuna necessità di richiedere una nuova linea per le telefonate. Inoltre, i modem ADSL sono progettati in modo che il telefono funzioni anche se il modem è disconnesso o disabilitato.

Quanti tipi di ADSL esistono?

Più tipi in funzione dell'offerta dei fornitori di connettività che offrono ASDL con bande garantite diverse, con indirizzo IP statico o dinamico, con o senza la fornitura del modem/router e così via. Le offerte si differenziano a seconda che il cliente target sia un privato, uno studio professionale, una piccola o media azienda, e a seconda se si è in presenza di una postazione singola o una piccola rete di computer.

Nella mia zona non c'è copertura ADSL, cosa significa?

E' vero che per le linee ADSL vengono usati gli stessi "doppini" telefonici di rame del telefono normale, ma è anche vero che le "centrali" da dove parte il "doppino" devono essere equipaggiate per la trasmissione del tipo DSL. In seguito alla notevole domanda di connettività ADSL in questi ultimi anni, è in atto una attività notevole di ammodernamento delle centrali telefoniche con conseguente espansione della copertura.